mercoledì 22 aprile 2020

2020 anno del turismo di prossimità: sarà l’occasione per un progetto borghi?



2020 Anno del turismo di prossimità: sarà l’occasione per un grande progetto nazionale dei borghi?
Per chi ha a cuore i piccoli centri, e più in generale l’Italia minore - che è poi quella più vera – si sta aprendo un nuovo Scenario, anche se ho avuto modo di sostenere in varie occasioni che non ci può essere nessun automatismo nel ridare centralità ai borghi. Il loro futuro se parliamo di turismo, dipenderà dal sistema pubblico e privato, dalle loro competenze, dalle loro strategie di prodotto, e dalle loro risorse. Insomma, nonostante i punti di forza molte cose vanno assolutamente ripensate!

Eccezioni a parte, segnalo che al momento non mi pare di vedere da parte dei piccoli centri del nostro Paese una risposta sufficiente e adeguata allo scenario che si potrebbe profilare; anche se comincia a circolare una certa consapevolezza dei trend “Sicurezza, Natura e Spazio” che rilanciano il tema della vita e del turismo nei borghi. Né vedo azioni o investimenti con l’obiettivo di ridurre i punti di debolezza (accessibilità, carenza di servizi insufficiente innovazione…) che non possono essere trascurati. Coraggio dunque!
GD

Nessun commento:

Posta un commento