giovedì 17 settembre 2015

Belmonte Calabro: il caso Ecobelmonte


Ma la storia forse più interessante è quella dello “albergo diffuso” che è già sorto nel centro storico di Belmonte Calabro. La struttura ricettiva, autorizzata nel 2013 sfruttando una normativa regionale, è composta da 14 abitazioni e 44 posti letto siti sul suolo dell’intero centro storico, trasformatosi, da borgo abbandonato, in un vero e proprio villaggio turistico aperto tutto l’anno. «Tra novembre e dicembre riceveremo un gruppo di scandinavi, in questo periodo ospitiamo molti tedeschi, ma nei mesi estivi abbiamo fatto il pieno di argentini» ha raccontato Pino Suriano, l’imprenditore che ha investito 1 milione di euro sul territorio per renderlo un presidio sociale in grado di regalare ai suoi ospiti un’esperienza immersiva, così apprezzata ed ecosostenibile da voler presto essere trapiantata all’estero grazie all’appoggio dell’associazione Alberghi Diffusi d’Italia. - See more at: http://www.larivieraonline.com/turismo-calabria-nuove-politiche-di-accoglienza-e-l%E2%80%99albergo-diffuso#sthash.X9ovZyAY.dpuf

Nessun commento:

Posta un commento