sabato 5 aprile 2014

Ecco l'Albergo Diffuso Terrae Palliani


Si chiama “Terrae Palliani” ed è la formula ricettiva dell'Albergo Diffuso di Paliano, cittadina dell'Alta Ciociaria,  nato grazie all'iniziativa di alcuni privati con il patrocinio dell'Amministrazione comunale.
Questa innovativa ricetta di  ospitalità tutta italiana, messa a punto da Giancarlo Dall'Ara, docente di marketing turistico, ha la peculiarità di aderire al territorio in cui sorge ed è particolarmente rispettosa del contesto ambientale ed urbano preesistenti dal momento che non si basa sulla costruzione di nuovi immobili ma sull'utilizzazione e la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente, in particolare dei centri storici.
L'AD “Terrae Palliani” si presenta davvero come un albergo che non si costruisce. È costituito attualmente da 4 appartamenti, di varie dimensioni, da 2 a 6 posti letto, sparsi all'interno della cinta muraria del nucleo più antico del paese, le cui stradine e vicoli sali e scendi ne rappresentano i corridoi, con una hall anche all'esterno: la piazza principale, luogo di contatto e d'incontro della comunità, caratterizzato da presenze architettoniche di particolare valenza (la Chiesa Collegiata, il palazzo Ducale, il vecchio Palazzo Comunale, la fontana) e varie attività commerciali, tra cui il Bar dove viene servita la prima colazione. L'Albergo Diffuso, non disponendo di ristorazione propria, si avvale di quella già esistente, offrendo opportunità di sviluppo alle realtà economiche presenti in loco.
La caratteristica saliente di questa ospitalità “orizzontale” è che permette ai visitatori di vivere una vacanza diversa senza rinunciare a tutti i comfort, consentendo una completa autonomia, assecondando ritmi e desideri propri. Dunque, un invito a respirare l'atmosfera che solo un borgo antico, denso di storia e di cultura, può evocare. Un'opportunità per vivere il paese pienamente, confondendosi più con l'abitante che con il turista.
Gli appartamenti, messi a disposizione da privati, sono abitazioni tipiche di sapore locale, arredate, ammobiliate e ristrutturate pensando ai residenti, seppure temporanei.
La reception, cuore dell'Albergo Diffuso, è posta all'ingresso dell'abitato, nella Porta Romana; struttura peculiare dell'impianto storico del borgo, costituisce il filtro tra l'esterno e l'interno del nucleo urbano e si propone come prima immagine di offerta al visitatore. Qui gli ospiti, appena arrivati, vengono accolti prima di essere accompagnati alla dimora assegnata. La reception ha la funzione anche di ufficio di informazione turistica, con la possibilità per il visitatore di acquisire, quindi, notizie e materiale illustrativo sul paese, il territorio e gli itinerari programmabili.
Attingendo alla tradizione, l'AD “Terrae Palliani” riprende l'antico nome latino della località, riportato nell'antico Statuto comunale del XVI secolo, che raccoglieva il complesso di norme che regolavano la vita della comunità. A proposito di accoglienza e ospitalità, una norma statutaria stabiliva, tra l'altro, che i forestieri che volessero stabilirsi nella Terra di Paliano, per tre anni erano esentati dal pagamento di alcuna tassa, ad eccezione di quella del sale.
La formula dell'Albergo Diffuso vuole essere una risposta al desiderio di recuperare lo spirito e le motivazioni di quei turisti del passato, che viaggiavano alla ricerca di luoghi di storia e cultura e cercando di vivere quei posti dall'interno, fino a confondersi con essi.

Pubblicato su:
http://www.viaggitematici.it/slow-tour/paliano-un-paese-che-si-fa-albergo



Nessun commento:

Posta un commento