mercoledì 10 luglio 2013

Un albergo diffuso è un albergo in un solo stabile. Incredibile ma in Piemonte c'è chi la pensa così!


Al momento sono in discussione diverse proposte di legge sull'albergo diffuso. In Piemonte la proposta di legge n. 270 sull'albergo diffuso non solo è scorretta perché prevede 3 km di distanza tra le case, rendendo impossibile la fattibilità economica degli eventuali AD, ma è scorretta anche come concetto, definisce infatti l'AD come struttura che può essere realizzata anche in un solo immobile! Incredibile, ma vero: "albergo diffuso: albergo costituito da unità ricettive dislocate in uno o più stabili separati". Ripeto: in uno (o più) stabili. Questi sono i tecnici o i politici (non so) che scrivono proposte di legge su cose che non conoscono.
Stesso genere di errori nella legge in discussione in Toscana.
Gli Alberghi Diffusi, per quello che possono, cercheranno di far modificare gli errori più grossolani.
Vedremo.

Nell'immagine l'AD Locanda Specchio di Diana, nel Lazio.

Nessun commento:

Posta un commento