martedì 11 giugno 2013

"Vacanze in albergo? Cercalo diffuso", un post d'autore


D Repubblica Blog ha pubblicato un bell'articolo sugli Alberghi Diffusi
Eccone qualche brano:
"L’albergo diffuso nasce assieme ad una nuova concezione di vacanza e di gestione dello spazio, che cresce – dicevamo – in orizzontale, senza consumare territorio, senza cementificare, senza costruire grandi strutture a più piani che assomigliano a dei condomini e dove le persone sono stipate per i giorni che trascorrono in vacanza e non entrano, a volte, nemmeno in contatto con le tipicità del luogo nè con le persone.
L’albergo diffuso mette in rete più edifici già preesistenti, vicini fra loro, riqualificando stabili dismessi e permettendo agli ospiti di vivere nello stesso contesto degli abitanti del posto. E’ un modo per scoprire l’ambiente autentico in cui si va a far vacanza, anzichè un surrogato di esso, rinchiusi in un residence all-inclusive.
Un soggiorno in un albergo diffuso è integrato nel territorio, permette alle persone di avvicinarsi, di passeggiare laddove passeggiano gli abitanti. E’ un soggiorno diverso, che ci fa conoscere la cultura, il cibo, il paesaggio, la gente. Quanto bella è la gente? Colorata, sfacciata, a volte strana, a volte diffidente, altre così ospitale che ci disarma. E quanto bello è (oltre che ecologico, sano, sostenibile) un luogo che ci invita ad andare a piedi o in bicicletta o comunque lenti? (...)
Gli alberghi diffusi sono nati in Friuli Venezia Giulia, terra di frontiera, e sono riuniti in un’associazione, l’Adi, che ne promuove e sostiene lo sviluppo, allontanandosi dal classico turismo predatorio, a cui ormai non facciamo nemmeno più caso.

Trovate l'articolo originale qui:
http://reoose-d.blogautore.repubblica.it/2013/05/31/vacanze-in-albergo-cercalo-diffuso/

(nell'immagine l'Antica Torre del Nera, Scheggino)

Nessun commento:

Posta un commento