domenica 6 maggio 2012

Gli Alberghi Diffusi e il Molise



Riprendo un articolo apparso su Il Tempo Molise: "Un tipo di offerta turistica incentrato sul cosiddetto sviluppo «slow» che mira alla salvaguardia e valorizzazione delle realtà territoriali. Si tratta del modello ricettivo dell'Albergo diffuso che da oggi diventa, ancora di più, un tutt'uno con la regione Molise. È stato infatti siglato il protocollo d'intesa con l'associazione internazionale degli Alberghi Diffusi, un programma che apre nuove prospettive in un settore in cui il Molise non è secondo a nessuno. L'accordo, stipulato durante l'assemblea dei soci dell'associazione tenutasi a Portico di Romagna in provincia di Forlì, è giunto al termine di una mediazione con il Consorzio Turistico del Molise. L'ente con sede a Frosolone, è da sempre impegnato in quest'ambito. Precise e minuziose sono le linee guida dell'accordo. L'obiettivo primario è quello di dar vita ad azioni di promozione e commercializzazione sia per le strutture che fanno parte dell'Adi che per quelle più convenzionali: affittacamere, B&B, agriturismi, trattorie. Per fare questo sarà necessario creare comuni canali pubblicitari e di distribuzione insieme a realtà turistiche che per ragioni di visibilità sono più conosciute. In pratica ci sarà una promozione attiva ogni momento dell'anno, un lavoro quotidiano di contatti, di ricerca di possibili target turistici, di accordi con agenzie e con tour operator. Passi da compiere nell'immediato futuro per raccogliere risultati concreti. Intanto però, una testimonianza tangibile degli impegni presi a Forlì ci sarà già a novembre, mese in cui in Molise si terrà un importante convegno internazionale sul modello degli Alberghi Diffusi. Su questo nuovo sistema è però necessario qualche approfondimento. La grande novità dell'ospitalità diffusa non prevede le solite, antiche, strutture ricettive sviluppate in line verticale. Gli alberghi diffusi hanno una struttura centrale che si ramifica in maniera orizzontale, coinvolgendo case e fabbricati situati a pochi metri di distanza dalla «base». Questo per consentire ai visitatori di vivere appieno i centri urbani senza le costrizioni di un normale albergo. Più socializzazione quindi, ma servizi perfettamente in linea con quelli dei resort di lusso: colazione in camera, ristorante, attività ricreative eccetera. Per la sua strutturazione il Molise si presta perfettamente a questo tipo di novità. Il nostro territorio è infatti ricco di borghi da fiaba e natura incontaminata. Basterebbe solo farli fruttare."
(http://www.iltempo.it/molise/2012/05/06/1338609-progetto_dell_albergo_diffuso_realta.shtml)

Nessun commento:

Posta un commento