lunedì 16 aprile 2012

Un investitore per un Albergo Diffuso?


Sempre più spesso mi chiamano Comuni che hanno case inutilizzate, e che secondo loro andrebbero benissimo per un albergo diffuso, e che cercano "investitori". Ecco la parola magica.
Loro hanno tutto, un borgo bellissimo, case disponibili...

Certo non si chiedono come mai i residenti se ne siano andati, se tutto è così bello. Certo non hanno un piano di fattibilità, ma dell'Albergo Diffuso sanno già tutto e credono che con 4 case vuote il "gioco" sia fatto.
Così cercano un investitore.
Si dovrebbero porre invece ben altri problemi. A cominciare dal tema "qualità della vita", che è il maggior attrattore possibile per un borgo; e poi servizi per residenti, e poi ancora un progetto per trasformare le case in camere di un albergo diffuso, e un gestore interessato e in grado di dare i servizi alberghieri agli ospiti (tutti i servizi alberghieri, non solo le chiavi di una casa).... Insomma altro che "un investitore"!
In molte di quelle domande ci sono tutti i problemi del turismo italiano, e di quello dei borghi in particolare.

5 commenti:

  1. I soldi non sono tutto. Finché non lo capiremo, altro che crisi...

    RispondiElimina
  2. Buonasera a tutti, d'accordo che i soldi non sono tutto, ma vi assicuro che con finanze limitate un progetto organico di AD non e' possibile farlo in Italia,soprattutto in un momento come questo. Questo ve lo dice un giovane imprenditore amante della propria terra, che il primo mutuo della propria vita lo ha preso per comprare gran parte di uno stupendo borgo in Abruzzo, ma che ora giace immobile in mancanza di qualunque di fondo a sostegno di tali progetti.....considerando che le Banche non danno ulteriore credito, visto che l'ipoteca sarebbe posta su immobili....che attualmente sono dei ruderi. Vi assicuro che di speranza nel futuro ce ne ben poca. Saluti.

    RispondiElimina
  3. Caro giovane imprenditore anonimo (l'anonimato in questi casi è sempre sgradevole), il problema che poni è reale, purtroppo. Non so che idea tu abbia dell'albergo diffuso, l'impressione è che tu sia partito senza un piano di fattibilità degno di questo nome. In ogni caso avresti potuto tentare una strada più semplice dal punto di vista economico, ad esempio quella dell'ospitalità diffusa, che può essere avviata anche con poche risorse economiche, senza acquistare case. In ogni caso nel turismo ci vuole entusiasmo. Tu andresti in vacanza da persone tristi e senza speranza?

    RispondiElimina
  4. P.S. altri interventi anonimi saranno cancellati.

    RispondiElimina