giovedì 22 marzo 2012

La nostalgia del villaggio dorme in ciascuno di noi


Dorme in ciascuno di noi - ma già si sta svegliando - la nostalgia del villaggio, di quella forma primordiale della vita associata che ci ha consentito per nove o dieci millenni, il dominio del tempo e dello spazio". Queste la parole di Padre Ernesto Balducci, scomparso venti anni fa.
"Il villaggio è il nostro padre e la nostra madre, è la matrice della nostra identità di uomini civili. Cos'è infatti la città se non il villaggio dilatatosi di secolo in secolo (...)".
(L'Avvenire, 22 marzo 2012, giornata mondiale della poesia)
Nella foto l'AD di Mottola (TA)

Nessun commento:

Posta un commento