martedì 7 febbraio 2012

All'Associazione Nazionale degli Alberghi Diffusi possono aderire anche le altre forme di Ospitalità Diffusa

L'ADI - Ass.ne Nazionale degli Albeerghi Diffusi riconosce anche le altre forme di Ospitalità Diffusa, ovviamente quando sono in possesso degli standard minimi di qualità dei servizi offerti e quandosi basano su una gestione imprenditoriale e professionale. Leggiamo infatti nella nuova Guida degli AD: "Attualmente in Italia gli alberghi diffusi sono circa 60, ed hanno dato vita all’Associazione nazionale degli Alberghi Diffusi che è attualmente impegnata ad esportare il modello nei paesi del mediterraneo, con il vincolo di continuare ad utilizzare la definizione in italiano. Nel frattempo la famiglia dell’Albergo Diffuso si è allargata. L’Associazione ha dato vita infatti sia alla formula dell’Albergo Diffuso di campagna (struttura ospitale che si riconosce nel modello dell’AD, ma sorge in un contesto rurale), che alle reti di Ospitalità Diffusa (proposte ricettive che aderiscono alla filosofia dell’Albergo Diffuso, ma non offrono tutti i servizi alberghieri)".
(dalla presentazione della GUIDA UFFICIALE DEGLI ALBERGHI DIFFUSI, curata dall'Ass.ne Nazionale, in corso di stampa e disponibile e breve online)

Nessun commento:

Posta un commento